Alessandra Viero e Massimo Picozzi, delitti all’italiana – Pordenone – 22 luglio 2020

I due colleghi di Quarto Grado Massimo Picozzi e Alessandra Viero hanno raccontato i “Delitti all’italiana”. Hanno esaminato diversi casi d’attualità, oppure riaperti negli ultimi tempi, come quello dell’omicidio di Marco Vannini, riaperto in processo d’Appello Bis. Vannini fu ucciso nel 2015 a casa della sua fidanzata, sul litorale romano, reato per cui è stato condannato a 5 anni di reclusione per omicidio colposo Antonio Ciontoli, padre della fidanzata, e a tre anni i figli del “suocero” Martina e Federico nonchè la moglie Maria Pezzillo.

I due ospiti della serata hanno poi parlato del caso Bossetti, che dal carcere di Bollate continua a professarsi innocente e i cui legali hanno chiesto di riaprire il caso effettuando le analisi sui reperti. Si è discusso poi dell’omicidio di Luca Sacchi, il personal trainer romano coinvolto in un giro di droga e per la cui morte sono indagati 3 giovani ai quali facevano gola i 30.000 € nello zaino di Sacchi. Nuove dinamiche anche nel caso Stasi, la cui difesa è certa di aver trovato una serie di elementi inediti e mai analizzati prima d’ora in grado di scagionarlo una volta per tutte, dimostrando che non è stato lui a uccidere la compagna Chiara Poggi 13 anni fa. Riaperture infine nel caso Ragusa, per il quale si sono rintracciati 2 nuovi testimoni che avrebbero avvistato la donna in Liguria, prova che scagionerebbe il marito, Antonio Logli dall’accusa di omicidio.

Massimo Picozzi e i misteri di Hollywood – Pordenone – 24 luglio 2019
Massimo Picozzi e il fascino del male – Roveredo in Piano – 23 luglio 2020
Menu